Nella zona di
ALTO LARIO OCCIDENTALE
ALPI LEPONTINE MERIDIONALI
LARIO ITELVESE
TRIANGOLO LARIANO
COMO E DINTORNI
OLGIATESE
BRIANZA COMASCA


ALBESE CON CASSANO - Chiesa di San Pietro

Chiesa di San PietroLa chiesa di San Pietro faceva parte di un’abbazia risalente all’XI secolo ed è situata in mezzo ad un prato, sulla strada che collega Cassano con Tavernerio.

L’edificio conserva l’originaria impronta romanica ed è ad unica navata, divisa da un grande arco a sesto acuto in mattoni rossi, con copertura del tetto a due spioventi.
Interno della chiesa
L’aula venne prolungata, probabilmente nella prima metà del Seicento, e si aggiunse la sacrestia nel XVIII secolo.
Durante l'epidemia di peste del 1630 San Pietro venne adibita a lazzaretto e le pareti, di conseguenza, furono completamente coperte con calce ed intonacate.


Si può notare il campanile pendenteLa chiesa è caratterizzata dalla presenza di un campanile pendente, che è quanto rimane dell’antica abbazia, e si presenta inclinato per un cedimento del terreno ed è interessato da due piani, con bifore e archetti.

Un recente restauro ha scoperto che il campanile, all’interno della chiesa, parte su un tessuto murale molto più antico, databile fra il V e il VI secolo e che in origine non fu un campanile ma una torre di segnalazione.

Affreschi del 1400-1500L’interno ospita alcuni affreschi dipinti a cavallo tra Quattrocento e Cinquecento. In posizione centrale è la "Madonna, in trono" con Gesù tra le braccia, mentre ai suoi lati sono rappresentati i santi Rocco e Sebastiano, protettori dalla peste; sopra al dipinto si ha una suggestiva crocifissione, di epoca posteriore.


Lacerti di affreschi Nella chiesa sono presenti anche porzioni di affreschi del XII secolo, consistenti in fregi, tracce di personaggi con lance e una figura in posizione eretta o a cavallo.

Furono compiute due campagne di scavo e ricerca all’interno della chiesa, la prima, nel giugno del 1982, portò alla luce una chiesa di epoca carolingia (della fine X secolo), di cui si conservano tre affreschi sulla parete verso la strada. Essi rappresentano alcuni cavalieri con la figura rossa di un gallo, antico simbolo cristiano, risalente al V secolo.
La seconda campagna portò a individuare varie fasi costruttive, di cui la più importante è quella corrispondente a una cappella probabilmente longobarda, situata come oggi presso la strada, già presente in età romana, che conduceva a Lecco.




la Guida del progetto didattico di RomaniCOMO


..
     
| crediti | privacy | diritti | contatti |
Realizzato con i contributi di :
Provincia di Como - Assessorato alla Cultura, Regione Lombardia - Culture, Identità e Autonomie della Lombardia